domenica 13 maggio 2012

Ecce homo


- Dirò ancora una parola per le orecchie più raffinate: che cosa io voglio veramente dalla musica.
Che sia serena e profonda, come un pomeriggio di ottobre.
Che sia singolare, sfrenata, tenera, una piccola dolce donna fatta di perfidia e di grazia.... 



Stavo sul ponte, ora,
nella notte bruna.
Di lontano veniva un canto:
gocce d'oro sgorgavano
perse sulla distesa tremante.
Gondole, luci, musica -
ebbre fluivano nel crepuscolo...

La mia anima, una corda
toccata dall'nvisibile,
a sè cantava in segreto
una canzone di gondolieri,
tremando di screziata beatitudine.
- L'ha qualcuno mai udita?...



Friedrich Nietzsche (pag. 49) 

20 commenti:

  1. Risposte
    1. mi piace molto evidenziare la parte femminile dell'uomo.
      in questo frammento tratto da *Ecco l'uomo* mi sembra giusto sottolinearlo...
      anche se lui era più un lupo, aveva un fiuto da segugio per le cose dionisiache :-)

      Elimina
    2. Un lupo, sì. Che addentava sulla pagina, alquanto ammansito tra le cosce.
      Un saluto, L.

      Elimina
    3. si parla di un lupo, e i lupi accorrono :-)
      vediamo di ricordarci altre qualità, di questo particolare lupo mai sazio di sentenze.
      Buondì!

      Elimina
  2. sarà il testo, sarà la foto: Eleonora Duse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspetta, cerco una foto di lei in cui potrei riconoscermi...mi piace molto la curva delle sopracciglia, folte e fini...buone :-)

      Elimina
    2. Chi è delle due Carla (o Eleonora)?
      Io propenso nel credere, che la "chimica dell'occhio produce" complete alchimie, apparenti suggestioni. Solo l'anima profondissima ne sa cogliere il significato. (basterebbe saperla interrogare..)[rimango così nel tema niciano!..]

      Belle fotografie; splendida, (permettimi) la tua interpretazione. Una buona settimana.

      Elimina
    3. mistero della fusione!
      ciao, carissimo, stasera tira un vento forte, il lago riflette diverse gradazioni di azzurro, tutte molto intense...amo il vento quando gioca a spettinare l'acqua :-)
      oggi in biblioteca mi sono fermata a ordinare due libri:
      il capolavoro di McCarthy, Suttree, e
      il circolo delle ingrate

      Buona serata!

      Elimina
    4. buona serata a te. Ecco tra me McCarthy c'è di mezzo una lettera 32...Anche qui, un gran vento..

      Elimina
    5. se vuoi spiegarmi cosa significa la lettera 32, fai pure con calma ...

      Elimina
    6. carissima sono velocissimo la lettera 32 è una macchina da scrivere della olivetti. Io ne posseggo una,che ho usato abbondantemente. quella del sig, McCarthy è stata venduta per 250.000 dollari. La mia, se vuoi te la posso vendere. ciao

      Elimina
    7. Buondì :-)
      adesso che ci penso ce l'ha anche mio papà!
      se devo essere sincera, preferisco carta e penna quando mi dedico alla scrittura, l'unico difetto di questo metodo è la calligrafia, ma al di là del decifrabile, resta pur sempre il nostro *marchio*.

      Elimina
  3. accostamenti i tuoi che han sempre un "tono" mistico...

    un abbraccio.. e un bacio.

    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutta colpa delle letture precedenti su Cioran!
      Ciao Monica cara :-)

      Elimina
    2. Eh sì, leggere Cioran significa mettere in discussione la Poesia stessa per la forza e la qualità con cui la scriveva.
      Stefano

      Elimina
  4. Eh, si...
    leggere Nietzsche significa mettere in discussione l'ideologia intera!
    Benvenuto nella mia piccola dimora, Stefano Re

    RispondiElimina
  5. ... piccola donna dolce, fatta di perfidia e grazia... mi piace

    RispondiElimina
  6. Un caro saluto.
    Stefano

    RispondiElimina