sabato 8 dicembre 2012

Credenza


La credenza che diventa verità per me...è quella che mi permette l'uso migliore della mia forza,  il mezzo migliore per mettere in atto le mie virtù.

Andrè Gide

*
Solo nell'immaginazione degli uomini ogni verità trova un'effettiva e innegabile esistenza.
L'immaginazione, non l'invenzione, è la maestra suprema dell'arte, come della vita.

Joseph Conrad

*
é la mente che trae il bene dal male, che rende sventurato o felice, ricco o povero.

Edmund Spenser

*
L'uomo coerente crede nel proprio destino,
l'uomo instabile nel caso.

Benjamin Disraeli

*

Togli la causa
e l'effetto sparirà.

Miguel de Cervantes

*

Sotto tutto quello che pensiamo
c'è quello in cui crediamo,
l'estremo velo del nostro animo.

Antonio Machado

*

Sveglia il gigante che c'è in te.
Nel profondo dell'uomo albergano sopiti poteri,
poteri che lo stupirebbero e che egli non ha mai sognato di possedere;
forze che rivoluzionerebbero la sua vita, se destate e messe in azione.

Orison Sweet Marden

*

Come l'arciere incide il legno e raddrizza le sue frecce
così il maestro dirige i pensieri vaganti.

Buddha

*

La sua suprema agonia fu la scomparsa della certezza, e si sentì sradicato...
Che cosa spaventosa!
L'uomo proiettile, che non conosceva più la sua traiettoria e rimbalzava indietro!

Victor Hugo (I miserabili)

10 commenti:

  1. Già, e chi non crede in alcunchè, chi non ha grandi verità da tenere ad esempio, chi non ha riferimenti intellettuali, chi non ha nulla da difendere ???????????????????????????????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può andare sotto i ponti a dormire.

      Elimina
  2. Una carezza al bel gattuccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elio, per la tua tenerezza :-)
      sotto le coperte dorme di giorno, di notte va a caccia!

      Elimina
  3. mi ha colpito particolarmente quella del gigante...la trovo perfettamente aderente al mio credo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piace quella dell'arciere!
      Ciao massimo :)

      Elimina
  4. l'arciere è in ciascuno di noi, e scocca frecce per l'orentamento e la condivisione.
    Qualsiasi creazione che si origini da noi non è più nostra ma appartiene al Tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo fuoriesca (da ciascuno di noi) solo colui che ha buona mira!
      ;-)

      specifichiamo che le nostre, quelle umane, sono solo invenzioni anche se è bellissimo pensarle come creazioni
      la poesia è la più bella creazione del mondo, e noi la condividiamo :-)

      a presto!

      Elimina
  5. ..il rosso e il nero, contrastanti, forti... immensamente complementari...

    "..Sotto tutto quello che pensiamo
    c'è quello in cui crediamo.."

    un bacio..
    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Moni, come mi piacciono questi interventi che danno agli occhi una nuova visione...grazie!

      Elimina