mercoledì 4 gennaio 2012

Sinestesie

Poggi il tuo profilo scuro sul buio
la pelle rosa disegna contorni
sapore di rosa posa la mano, piano
indugia la lingua lungo
il padiglione - d'oro - sinuoso
genziana l'amaro linguare, l'odore
di spezie nel buio.

*



Riempie la stanza
la magia di un
odore, la pelle
di buono
che sa
l'incantesimo
il suono
io
vorrei gridare
ma è lui
lo strumento perfetto
taglia l'aria, affila
nell'anima un nome.

19 commenti:

  1. con un tocco di ginepro e caffè viene fuori una grappa speciale!:-))

    RispondiElimina
  2. Mi piace l'aggettivo (o verbo?) "linguare", profilo nel buio.. allora lo associo a questo mio schizzo http://www.premioceleste.it/opera/ido:113170/ Ciao

    RispondiElimina
  3. accidenti Elio, volevo scrivere linguale aggettiva, della lingua. probabilmente è stata una svista...
    il tuo disegno è bellissimo...
    mi piace che tu ci abbia visto una donna, io l'ho scritta dal mio punto di vista di donna...vedendoci un uomo :-)

    RispondiElimina
  4. Grazie :-)
    anche linguare è corretto secondo me, e devo dire mi suona meglio. Io tengo quello :-)

    RispondiElimina
  5. sai quanto amo le contaminazioni e qui nei sensi esaltati dai contorni di pelle, dalle penombre, dal gusto... hmmm


    mi scrivi poi la ricetta del grappino?...

    RispondiElimina
  6. per elio... bellissimo disegno, l'evocazione qui è data dall'androginia della figura... bella contaminazione di arte, di poesia, di gusto, come dicevo prima...

    RispondiElimina
  7. Elio, mi stai facendo venire seri dubbi sul termine da usare sai?:-)

    Mirella, grazie
    la ricettina è subito data, ecco gli ingredienti:

    chicchi di caffè
    bacche di ginepro
    radice di genziana
    zucchero
    (le dosi vanno ad occhio:-)

    si lascia macerare il tutto in grappa bianca minimo un mese e va tenuta in zona fresca.

    :-)

    RispondiElimina
  8. qui ci sono sapori, intuizioni, sensi

    un abbraccio Carla

    :-)

    RispondiElimina
  9. Molto bello il disegno "scultoreo", bella anche la foto di presentazione (di Elio). Naturalmente tutto è principio e sinestesie, così è stata letta da me, necessita di freddo secco, cosa voglia significare non so... una buona serata Carla.
    Mic.

    RispondiElimina
  10. Buon giorno amici miei!:-)
    cosa dite, devo aggiungerlo sotto il bel disegno di Elio?
    Devo ammettere che nella prima stesura della poesia avevo usato il termine *linguare* quindi forse è più appropriato...
    chissà se le modifiche che apportiamo ai nostri scritti sono sempre positive.
    la prima versione era questa:

    Poggi il tuo profilo scuro sul buio la pelle
    Rosa disegna contorni il sapore posa
    la mano, piano indugia la lingua lungo
    il padiglione - d'oro - sinuoso, genziana
    l'amaro linguare, l'odore
    di spezie nel buio.

    RispondiElimina
  11. Ringrazio dei complimenti e saluto tutti quanti. Riguardo al "linguare", se c'è qualcuno ufficialmente "autorizzato" a forzare i vincoli convenzionali del linguaggio quello è certamente il poeta all'interno della propria poesia. A me piaceva la possibilità di interpretarlo anche come verbo, ma il punto diventa allora: quanto bisogna farsi condizionare dalle preferenze altrui? Credo non si possa procedere se non "a sensazione". Ciao

    RispondiElimina
  12. Linguare linguare. D'accordo con Elio. Potere di Mishima e del ginepro.

    RispondiElimina
  13. Una poesia sensuale!
    Brava.
    Ciao.

    RispondiElimina
  14. Elio, allora si può dire che ho inventato un nuovo verbo, mi piace l'idea...il poeta possiede il potere di creare, perchè inventare equivale a creare.

    Luca, Mishima mi ha influenzato molto, è vero, ma il padiglione in questione è soprattutto quello auricolare...
    quello del *sentire*

    Gus, la sensualità,ora, è marcata dal sassofono.

    RispondiElimina
  15. Titolo azzeccatissimo... complimenti! Tutti i sensi in un accordo perfetto.
    Una buona serata

    Roberto

    RispondiElimina
  16. era il rumore
    di soffio
    sfiorato
    a fiorire umido
    antera gonfia
    filamento avvoltolato
    dentro il sospiro.

    Ciao Carla, buon lago!

    Maurizio

    RispondiElimina
  17. Grazie ad entrambi! Buona Epifania...

    RispondiElimina
  18. Eccola

    http://img37.imageshack.us/img37/2804/toporififi.jpg

    RispondiElimina