lunedì 30 gennaio 2012

àspros (bianco)

Non ti dimentico
piccola fragile anima
che ho voluto tranciare di netto.
Così mi riverberi
se incrocio i tuoi occhi 
di nuovo.

9 commenti:

  1. forse l'anima hai potuto tranciarla, ma l'animo no

    RispondiElimina
  2. questa la conservo... senza dire altre parole

    RispondiElimina
  3. Grazie, miei cari!
    Mi avete scritto nello stesso momento...adoro queste sincronie :-)

    RispondiElimina
  4. Passo e in silenzio lascio un saluto...

    Roberto

    RispondiElimina
  5. Qualche volta sfoltire è necessario, e poi ricresce meglio …
    È come quando si potano i vecchi rami della vite, basta lasciare un germoglio per il ramo nuovo di ritorno ..
    Ciao Carla, buona giornata
    milena

    RispondiElimina
  6. Hai tranciato la bambina che è in te?
    Ciao Carla.

    RispondiElimina
  7. Mi emoziona, un saluto Tiziana

    RispondiElimina
  8. ..parole forti, decise, recise...

    parole che uccidono, parole che non dimenticano.

    un abbraccio..

    (ultimante faccio fatica a mettere i commenti non mi apre sempre la tua pagina... azzzzz)

    m.

    RispondiElimina