lunedì 16 gennaio 2012

Rosso di marea

La grazia
conosce la trama del fiore
nel petalo rosa il mio rosa
nel rosso che goccia il mio sangue
la spina che spingi
e lo sai.
Vorrei esserti nel braccio
a sferzare nudi colpi sulla tela
incidendo la tua carne.
Benedetto
lo scoppio che dentro ti succede
quando in me zampilli piano.
Scompigliami le ossa di un
delirio
di bocca, di mani.
Nel petalo traviato del sentire
l’orecchio trema.
Spargo
le tracce, l'umidore
lingua arguta nell'ingoiare tace.
Tacimi la pelle le ginocchia
sedotte dal marmo.

9 commenti:

  1. Che sguardo di sfida .. :-)
    belle.

    RispondiElimina
  2. ciao Elio, ho studiato un nuovo tipo di rosso...

    RispondiElimina
  3. come abbandonarsi completamente nelle mani di un'artista seducente

    bella e passionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Massimo, finalmente ce l'hai fatta!:-)
      mi dispiace per la difficoltà che pare incontriate a scrivermi ma, apprezzo molto la riuscita.

      sono poesie che scrissi tempo fa sotto lo pseudonimo Chapucer, il titolo che le avevano dato era: *di mela e di marea*
      ho tolto quelle che a mio avviso erano troppo dettagliate...
      in questo periodo non sono ispirata alla scrittura, forse perchè l'inverno mi concilia la lettura, e il libro che sto leggendo ora, *Desideri*, è una vera sorpresa!
      ne scriverò appena terminato, sicuramente!

      Elimina
  4. la ricordavo eccome questa tua, succosa e persistente al palato, seducente e fiera, rossa marea sensuale e bella... molto bella!

    RispondiElimina
  5. Chapucer... questo nome non mi è nuovo! ( ho fatto una battuta bellissima, e se ora non me la fa postare mi " inalbero "...
    'notte Chapucer

    Roberto

    RispondiElimina
  6. ..e lo sai che in queste "vesti" di nude carni, di calde emozioni, di bellezze "naturali"..

    io ti preferisco e potrei invitarmi a nozze senza confetti.. e senza torte nuziali..

    un bacio e un abbraccio stretto..
    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho poco tempo da dedicare al blog in questi giorni, molte letture mi assorbono, è il mio letargo di riflessione...tornerò quando avrò qualcosa di *serio* da dire.

      Grazie per le vostre visite!

      Elimina
  7. E' una poesia sensuale. Bella.
    Ciao.

    RispondiElimina