sabato 22 febbraio 2014

haiku


Tra le argentee pieghe

Tra le argentee pieghe
Luna magica sosta
- i tuoi occhi dentro  -

Tremula foglia

Tremula foglia
sola nel crepuscolo;
resiste al gelo.


Remota scende

Remota scende
a ricoprir cangiante
ogni distanza.

Ali dispieghi

Ali dispieghi
creatura del cielo;
donami gli occhi.

Cani abbaiono

Cani abbaiono
nel buio del cortile -
Assaggio l’uva.


Sento il mio cuore

Sento il mio cuore
spalancato nel ventre;
L’iride è un tuffo



7 commenti:

  1. sono vecchi componimenti, ancora capaci di donare serenità a chi la ricerca ...
    è vecchia anche la mia immagine.

    RispondiElimina
  2. In "Tremula foglia" il secondo è di sei. Parola sdrucciola. Ciao
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il secondo è di sei.
      come le conti tu le sillabe?

      so la nel cre pus co lo

      sono sette se la matematica non è un opinione!
      ;-)

      Elimina
    2. Nemmeno la poesia è un'opinione. Anzi, la poesia è seria e chiede conoscenze sia nella forma che nella metrica.
      A fine verso la parola tronca raddoppia la sillaba (per una questione di accenti) e la sdrucciola unisce gli ultimi due.
      Ovviamente la consulenza è gratuita ;-)

      Elimina
    3. lasciamo da parte gli accenti, in poesia!
      io ne conto sempre: 5 7 5.

      :-)

      Elimina
  3. Molto belli.
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, è un bell'esercizio...
      insegna a cogliere l'attimo.

      Elimina