domenica 1 dicembre 2013

Nòesis


* * *

Nòesis = termine che nella filosofia greca indicò l'attività del Nous (intelletto) opposta alla - percezione sensibile -, in quanto suo oggetto è la - cosa intelligibile  - 
Tale attività è distinta dal pensiero discorsivo o diànoia in quanto è comprensione diretta, mentre il pensiero dianoetico è ragionamento e calcolo. In Platone la noesis è il grado più alto del sapere dell'anima, la scienza delle specie intelligibili, distinta dal sapere matematico della diànoia e opposto alla dòxa o opinione sensibile. L'uso del termine nel senso di comprensione diretta degli oggetti semplici del pensiero (concetti) è attestato anche in Aristotele e in Plotino.


*

* *


.

6 commenti:

  1. ci sono stata ieri a ritemprarmi, è un luogo di grande bellezza...
    San Bernardo e San Benedetto sono i pilastri dell'entrata....
    dai frati abbiamo preso un vino buono...
    potrei abitare in un luogo così, ed essere felice.

    RispondiElimina
  2. Insomma, finisce che ti fai monaca :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. divertente ma non c'è questo rischio...
      so quali sono i miei limiti ;-)

      tornando alla spiritualità del post, provo ad aggiungere la definizione di Nòesis che ho trovato sul mio vocabolarietto prezioso di filosofia anche perchè, ed è un dato di fatto, se cerchi la parola noesis in internet, non trovi una definizione appropriata (almeno mi sembra).

      ciao Elio!

      Elimina
  3. Vetta dell'anima. Quiete suprema. Come quella che effondono le foto ;-)

    RispondiElimina
  4. In alcuni luoghi l'anima si acquieta e sogna il lungo viaggio percorso e da percorrere ancora...

    RispondiElimina
  5. Grazie di cuore miei *cari*!

    RispondiElimina