lunedì 6 luglio 2015

Giuochi linguistici 3





Sai più cose di me
di quante ne sappia io
che dal dolore nasce
il mio pensiero
-         Da una distanza
che tampono con la fame.





I nostri figli sono come arti
se non li stimoli
perdono di elasticità
e muoiono piano.



Mi ritrovo
nei crepuscoli d’argento
sul lago che esala vermiglio
fino alle cime.






















C'è una sorta di piacere
nell'atto di cancellare
rinominare e ricombinare.
Qualcosa che il divenire certo
non può fermare.

 
I mutandoni sono sempre stesi all'aperto
(la signora aveva un'ulcera alla gamba).
Il ricovero ha tempi lunghissimi.
I mutandoni
restano immobili esposti.


9 commenti:

  1. la prima su tutte..
    beata te che sei al fresco.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra lago e cielo :-) ciao, mia carissima!

      Elimina
  2. In effetti la prima è bellissima ... ma nel tuo giardino ci sono le caprette? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la prima a partire da sotto o da sopra?
      caprette, pecore, caprioli, camosci, gatti, tasso e ...poiane!
      qui solo natura, animali, bellezza ...

      ciao Max :-)

      Elimina
  3. l'ultima poesia sono quasi certa piacerebbe a Gugl ...:-) chissà ...
    devo concentrarmi sugli accadimenti, sulla peculiarità di ciò che sfiorano i miei occhi, sia esso reale o immaginario.

    ci penserò al fresco del monte Muggio all'ombra dell'ultimo sole ...

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Grazie Stefano, non sai quanto mi fa piacere saperlo!

      Elimina
  5. Belle parole.
    E belle foto ;-)
    Ciao Carla

    RispondiElimina