martedì 27 marzo 2012

Oro e Verginate

14 commenti:

  1. sono luoghi dove rifugiarsi quando tutto diventa troppo, brava, che belle foto

    RispondiElimina
  2. ..accostamento di immagini e colori in sequenza ritmata e baciata...perfetta... (come sempre..)

    un abbraccio stretto..
    m.

    RispondiElimina
  3. la "bellezza" dell'asino, si dice della giovine, della giovinezza, della vergine...(Verginate, nonche frazione naturalmente) mi manca l'Oro forse potrei dire per quelle anse d'epoca glaciale.... Comunque perchè hanno imposto questi nomi Oro e Verginate son curioso?

    RispondiElimina
  4. te lo dico se mi dici il nome dell'insetto nella terza fotografia!;-)
    lo avevo chiesto a fabio brotto ma probabilmente non lo sa neanche lui...

    Buondì, Aer!

    RispondiElimina
  5. aspettiamo ancora un pochino... per lo "scarrafone" ciao..

    ma tento una risposta dimmi se faccio fuochino... E' per via delle costruzioni-ricoveri un tempo fatti di paglia? Oro. E' verginate sarà la strada d'un pellegrinaggio verso un santuario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quali ricoveri...no, sei fuori strada :-)
      il nome Oro è dovuto ai terreni che brillano al sole, così fertili e verdi, tempestati di vitigni...

      il Santuario della madonna si trova a Lezzeno, più sopra.

      Elimina
  6. uno su due.. mi ci stavo provando con la vite, (vista la foto..) mi sembrava troppo banale...
    Chissà perchè sti santuari li fanno sempre in cima a qualcosa, una faticaccia spaventosa. io metterei ascensori e scale mobili ovunque. aer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Michele :-)
      Allora ti consiglio una bella passeggiata al Santuario della Madonna del Soccorso a Lenno...c'ero stata tempo fa con mia zia, ed è splendido!
      in aprile si diffonde un intenso profumo di osmanto dagli ulivi...

      Elimina
  7. Risposte
    1. Spero in senso buono!
      (salutami ilcollomozzo ;-))

      Elimina