lunedì 29 dicembre 2014

SONETTO DEI DESTINI: Rembrandt e Hendrickje

Quanto desiderio nell'amare e nel fare arte, quanto slancio; bellezza nei corpi amati, bellezza dalle menti amanti: per Hendrickje Stoffels.






Il corpo contemplato, soggiogante,
desiderato, amato, tra lenzuola
nudo o nell'acqua di luna nascente,
oh corpo di luce tra le lenzuola!


Operoso il mattino di Amsterdam?
Sospirosa la notte, vita e gemiti,
desiderante amplesso e accesi tremiti
prima che giorno sia ad Amsterdam.


Desiderio di dita che al pennello
sollecite, che tra le cosce ansanti,
ed ebbre febbricitanti pitturanti,


desiderio da sguardo morbidissimo
che al corpo di Betsabea reclina,
che al contorno dei seni una mattina . . . . .


Antonio Devicienti

3 commenti:

  1. bellissima poesia quella di Devicienti, ispiratrice
    buon anno Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirella
      la generosità va ricompensata :-)
      Buon anno a te!

      Elimina